AML LAB

Entra a far parte del nostra associazione >

Stampa : Intervista di AML LAB sull’HuffPost sul rischio di riciclaggio in era COVID

Con il cambio di abitudini portato dal Covid, anche gli schemi criminali sono cambiati, e con essi le modalità di riciclaggio del denaro sporco. Non solo infiltrazioni nel ‘mercato buono’, nel mercato sano, con l’acquisizione di imprese in crisi, ma anche l’uso di criptovalute per scambi nel Dark web. HuffPost ne ha parlato con diversi esperti per analizzare questa nuova fenomenologia, che se per ora rappresenta solo “più o meno il 10 per cento del totale del money laundering nel nostro Paese”, come ci spiega Ranieri Razzante, docente di Legislazione antiriciclaggio all’Università di Bologna e presidente dell’Associazione italiana responsabili antiriciclaggio (www.airant.it), è di fatto una strategia emergente, che nel periodo del lockdown è stata presa in considerazione come alternativa ai canali classici di ripulitura dei soldi, come ristoranti e altri esercizi commerciali fisici messi in pausa – se così si può dire – dall’emergenza.

Continua a leggere >

Altri articoli recenti

Dialogo e confronto